Exhibitions curated

italy Negli ultimi anni sono stata curatrice di mostre di gioiello contemporaneo, occupandomi della scelta degli artisti, dei pezzi da esporre, dell’allestimento e della redazione del materiale editoriale.

Ho avuto carta bianca dal Dipartimento della cultura del Comune di Lille, in occasione del festival d-arte contemporanea “Fantastic 2012 – Lille3000”, per curare la mostra collettiva “The Beauty Chase”, in cui sono stati esposti circa 150 opere di 24 artisti di gioiello contemporaneo provenienti da tutta Europa. L’intento della mostra, che si è svolta presso l’Espace Le Carré nel centro di Lille, è stato quello di offrire a un vasto pubblico un approccio al gioiello contemporaneo come parte dell’arte contemporanea. Una occasione per me di tracciare una sorta di carta di identità del gioiello contemporaneo e di riflettere sul significato reale che si vuole dare a questa denominazione.  E una occasione soprattutto di vedere un pubblico vario e curioso.

Gli artisti in mostra erano: Artifizio, Giampaolo Babetto, Helen Britton, Maria Cristina Bellucci, David Bielander, Peter Chang, Jantje Fleischhut, János Gábor Varga, Francesca Gabrielli, Mirjam Hiller, Beppe Kessler, Sari Liimatta, Nel Linssen, Stefania Lucchetta, Svenja John, Lisa Juen, Iris Nieuwenburg, Barbara Paganin, Katja Prins, Jacqueline Ryan, Bettina Speckner, Fabrizio Tridenti, Tanel Veenre, Petra Zimmermann.

Nel 2014 ho curato la mostra personale “Barbara Paganin – Memoria Aperta” che si è tenuta presso Palazzo Fortuny di Venezia. In esposizione 25 gioielli ovvero 25 spille che rappresentavano ognuna un racconto, una storia di ricordi e di memoria per riflettere, immaginare, proiettarsi, costruire, immedesimarsi. Ogni spilla raccontava una storia, che ciascuno può immaginare diversa, adattandola alla propria memoria, al proprio ricordo. La memoria degli altri si fondeva con quella personale dell’artista.

Le 25 opere erano pensate come un corpus unico, sul quale Barbara Paganin ha lavorato continuativamente per due anni, e concepite per essere esposte tutte insieme per la prima volta a Palazzo Fortuny in mostra.

Nel 2016 a Parigi ho curato la mostra “Robin Clerici incontra Jamin Puech” nella quale l’artista romana – nota per gli anelli peonia e ortensia da portare unici sulla mano – ha presentato per la prima volta in Francia i suoi gioielli di bronzo e argento, a cera persa, in assonanza con l’universo multicolore del noto brand di accessori Jamin Puech.

La mostra-evento si è svolta nella boutique della Rive Gauche del marchio francese e per questa prima esperienza parigina l’artista ha lavorato su strutture più complesse come il bracciale rigido, irregolare e frastagliato che ricorda le incrostazioni porose degli scogli e dal quale emerge la luminosità di una perla.

Contattami per maggiori informazioni!

united kingdom Recently, I was curator of contemporary jewellery exhibitions, taking care of the selection of the artists, of the art works on display, the set-up of the halls and the preparation of the catalogues and all editorial materials.

The Department of Culture of the City of Lille in France gave me free rein as curator of the collective exhibition “The Beauty Chase” which presented the work of 24 contemporary jewellery artists coming from all of Europe and over 150 single art works. The event was located at the Espace Le Carré – the heart of contemporary art in Lille – and was part of the major contemporary art festival “Fantastic 2012 – Lille3000”. The aim of the exhibition was to offer to a wide audience an approach to contemporary jewellery as part of contemporary art. It was a chance for me to draw a sort of identity card of contemporary jewellery and to reflect on the real meaning of the movement that goes under this name. It was also a chance to see the attendance of a varied and curious audience.

The artists involved were: Artifizio, Giampaolo Babetto, Helen Britton, Maria Cristina Bellucci, David Bielander, Peter Chang, Jantje Fleischhut, János Gábor Varga, Francesca Gabrielli, Mirjam Hiller, Beppe Kessler, Sari Liimatta, Nel Linssen, Stefania Lucchetta, Svenja John Lisa Juen, Iris Nieuwenburg, Barbara Paganin, Katja Prins, Jacqueline Ryan, Bettina Speckner, Fabrizio Tridents, Tanel Veenre, Petra Zimmermann.

In 2014 I curated the exhibition “Barbara Paganin – Memoria Aperta” which was held at Palazzo Fortuny in Venice. There were 25 jewels, that is 25 brooches, on display, each one represented a story, that digged up in past memories, memories that made you think, imagine, project, build, empathize. Each brooch told a story that anyone could imagine different, adapting it to his own memory. The memories that belonged to others fused with the artist’s personal ones.

The 25 art works were designed as a single set, for which Barbara Paganin worked continuously for two years, and designed to be exhibited together for the first time at the Palazzo Fortuny in exhibition.

In 2016, I curated the exhibition “Robin Clerici meets Jamin Puech”, where the Roman artist – well known for her peony and hydrangea hand rings – presented, for the first time in France, her lost-wax casted bronze and silver jewels, in harmony with the colorful universe of renowned accessory brand Jamin Puech.

The exhibition/event took place in the Rive Gauche boutique of the French brand and for her first parisian experience, the artist approached more complex structures, such as the surfacing bright pearl on the uneven and indented rigid bracelet, resembling the porous crust of cliffs.

For more info, contact me!



Mostra
/ Exhibition “THE BEAUTY CHASE”

Leggi di più / Read more: The Beauty ChaseI testi del catalogo 1 | I testi del catalogo 2 | I testi del catalogo 3 | I testi del catalogo 4 | I testi del catalogo 5 | I testi del catalogo 6 | I testi del catalogo 7 | Livret du visiteur

Catalogo / Catalog “The Beauty Chase”: DOWNLOAD



Mostra
/ Exhibition “BARBARA PAGANIN – MEMORIA APERTA”

Leggi di più / Read more: La memoria non è egoista | La memoria non è egoista (2) | Le connessioni della memoria e i suoi racconti

Catalogo / Catalog “Barbara Paganin – Memoria Aperta”: DOWNLOAD



Mostra
/ Exhibition “ROBIN CLERICI incontra JAMIN PUECH”

Leggi di più / Read more: Un fiore diventa roccia